I romani in battaglia

I romani in battaglia

La leggenda narra che nel 86 a.C., il dittatore romano Lucio Cornelio Silla, aveva fatto tagliare tutti gli olivi così che i rami fossero utilizzati come strumenti di guerra.

La loro distruzione fu interpretata come un presagio di morte, e spinse il poeta e uomo politico Solone a piantare altri alberi d’olivo e dedicarli alla protezione di Zeus. Da allora, gli ulivi sono stati considerati sacri.